Ci sono camere disponibili Duolingo

Traduzione Duolingo: Are there any rooms available.

Ci sono camere disponibili Duolingo

Secondo Duolingo, la frase “Ci sono camere disponibili?” si traduce in inglese come “Are there any rooms available?” perché entrambe le lingue utilizzano una costruzione specifica per interrogare sulla presenza di qualcosa. In italiano, si usa “ci sono” seguito dall’oggetto (“camere”) e dall’aggettivo (“disponibili”). In inglese, la costruzione “Are there” corrisponde a “ci sono”, mentre “any” viene utilizzato per indicare una quantità indeterminata, simile all’articolo indeterminativo in italiano. L’aggettivo “available” corrisponde a “disponibili”. Vale la pena notare che in inglese, l’ordine delle parole in una domanda cambia rispetto alle affermazioni, con l’ausiliare (“are”) che precede il soggetto (“there”).

Are there any rooms available

Analisi grammaticale

  • are: verbo ausiliare, corrisponde a “sono” in italiano.
  • there: avverbio di luogo che indica la presenza, corrisponde a “ci” in italiano.
  • any: determinante indeterminato, simile all’articolo indeterminativo in italiano.
  • rooms: sostantivo plurale, oggetto della domanda, corrisponde a “camere” in italiano.
  • available: aggettivo, corrisponde a “disponibili” in italiano.

Traduzioni alternative di Ci sono camere disponibili

Altre possibili traduzioni di “Ci sono camere disponibili?” in inglese potrebbero essere:

  • “Do you have any rooms available?”
  • “Is there room availability?”
  • “Any available rooms?”

Altri esempi

  • “Are there any tickets left?” – “Ci sono biglietti rimasti?”
  • “Are there any seats free?” – “Ci sono posti liberi?”
  • “Are there any apples in the basket?” – “Ci sono mele nel cesto?”
  • “Are there any questions?” – “Ci sono domande?”
  • “Are there any issues?” – “Ci sono problemi?”

In tutti questi esempi, la struttura è “Are there any + sostantivo plurale + aggettivo?”, che corrisponde alla struttura italiana “Ci sono + sostantivo plurale + aggettivo?”. Questa struttura è tipicamente utilizzata per interrogare sulla disponibilità o la presenza di qualcosa.